Spritz analcolico: il nuovo cocktail aperitivo di tendenza

Spritz analcolico: il nuovo cocktail aperitivo di tendenza

Lo spritz è l’aperitivo italiano più famoso di sempre.

In ogni pausa aperitivo o happy hour che si rispetti da Milano a Palermo, lo spritz non può mancare, accompagnato da snack o preparazioni sfiziose, allieta ormai i pomeriggi e i palati degli italiani. Lo spritz, ovviamente, è un aperitivo alcolico a base di prosecco, bitter e Seltz ma anche chi preferisce gustare un aperitivo con gli amici senza bere alcolici può comunque gustare questo cocktail nella sua variante analcolica a base di succo di arancia fresco.

Già dall’anno scorso abbiamo assistito all’ampliarsi di una platea di clienti “sober-curious” ha portato alla crescita del numero di cocktail a bassa gradazione alcolica, detti low alcohol o low Abv, e di quelli completamente analcolici detti zero alcohol.

Un po’ per la curiosità, un po’ per contenere l’assunzione di calorie in eccesso e mantenere una certa sobrietà, questo è il vero trend nel mondo della mixology per l’anno 2022.

Lo spritz, di conseguenza, non poteva rimanere escluso da questo trend e la sua proposta in versione zero alcohol.

 

Quella dello Spritz è una storia piuttosto antica che affonda le sue radici tra la fine del settecento e l’inizio dell’ottocento nelle zone del lombardo-veneto dominate a quel tempo dal governo austriaco. Si tramanda che gli eserciti asburgici considerassero i vini veneti “troppo forti” e che per qusto motivo usassero aggiungervi dell’acqua gassata.

Di qui l’origine del nome dal verbo tedesco “spritzen” che significa appunto “spruzzare”. Nel tempo la ricetta si è evoluta e adattata anche al gusto e all’affacciarsi di nuovi prodotti: l’acqua frizzante, infatti, è stata sostituita da acqua di Seltz e intorno agli anni ‘20 del secolo scorso è stato aggiunto il bitter alla ricetta originale. Inoltre oggi al vino bianco si preferisce il prosecco e le varianti più famose sono il Campari Spritz e l’Aperol Spritz, quest’ultimo diventato famoso in tutta Italia grazie ad una campagna pubblicitaria del 2001.

 

Spritz zero alcohol

Ingredienti:

  • 50cl succo d’arancia;
  • 25cl bitter analcolico;
  • 10cl Acqua Tonica;
  • ghiaccio

Garnish: 4 fette d’arancia

 

Spritz al melograno

Ingredienti:

  • 40cl succo d’arancia;
  • 25cl bitter analcolico;
  • 10cl di succo di melograno
  • 10cl Acqua Tonica;
  • ghiaccio;
  • zucchero di canna.

Garnish: 2 fette d’arancia, chicchi di melograno.

 

Queste sono un paio di proposte per uno spritz “differente”, senza alcohol ma con i suoi colori inconfondibili.

Il nostro miscelatore automatico per cocktail Barty può essere il vostro alleato ideale quando si tratta di aggiungere “estro” e novità a una ricetta consolidata. Barty è l’attrezzatura ideale per bar, ristoranti e hotel che garantisce l’erogazione dei quantitativi impostati e la perfetta verifica dei consumi, senza alcuno spreco.

Barty è la cocktail machine automatizzata che grazie a un sistema di miscelazione cocktail innovativa, ottimizza il consumo di spirits e prodotti di linea, eseguendo ricette precise e impeccabili, programmabili semplicemente tramite app, adattandosi allo stile personale del bartender e del suo mixology bar.

 

Avere Barty tra le proprie attrezzature per cocktail bar significa avere quella marcia in più che ti consente di soddisfare anche il cliente più esigente o trendy con un semplice “tap”.

Giunti alla fine di questo articolo che altro dire se non chiederti: ​t’interessa Barty?

Barty significa fare cocktail automatici a tuo gusto con una delle attrezzature per bar di cui non potrai più fare a meno.

 

#therightmix

Barty è un sistema compatto di miscelazione automatizzata per la preparazione di cocktail di qualità professionale.

Agevola la creatività

Velocizza il servizio

Ottimizza i consumi

Massimizza gli standard

Altri articoli che potrebbero interessarti
Il tuo carrello
//
Il tuo carrello è vuoto
0
//